Prestito d’onore

Per i giovani disoccupati e per i giovani in cerca di occupazione è stato ideato il prestito d’onore, un prestito destinato a tutti coloro che vogliono dare inizio a una nuova realtà imprenditoriale in modo autonomo e che è mirato a fornire un valido aiuto anche a coloro che vogliono trovare un posto stabile nel mondo del lavoro.

Le categorie principali a cui si rivolge questo tipo di finanziamento sono tutti quei soggetti che desiderano avviare delle piccole imprese, delle aziende di piccole dimensioni, delle attività lavorative autonome o delle imprese in franchising.

I settori che saranno maggiormente interessati invece sono quelli del commercio e dei servi terziari, in alcuni casi verrà coinvolto anche il settore della produzione di beni.

Aggiornamenti sul prestito d’onore per la creazione di nuove imprese

Con la formula del prestito d’onore si può arrivare a coprire anche il 100 % del costo del progetto presentato.

Il finanziamento stanziato per questi casi viene suddiviso in due parti: una prima parte, pari al 60% dell’importo del valore del progetto, sarà concessa a fondo perduto, quindi senza la restituzione, mentre il restante 40% dell’importo erogato deve essere restituito a rate in un periodo che non potrà superare i 5 anni, inoltre questo importo non può superare i 10 mila euro.

Per richiedere questo tipo di prestito è necessario essere cittadini italiani maggiorenni e risiedere in uno dei territori previsti dalla legge del 1° gennaio 2001, non aver avuto alcun tipo di occupazione nei sei mesi che precedono la domanda di prestito.